Noi e la scuola: collaborazioni con insegnanti e studenti

Noi e la scuola: collaborazioni con insegnanti e studenti

Vogliamo innovare il rapporto fra gli archivi e le scuole attraverso un uso etico del digitale che non allontani ma avvicini le ragazze e i ragazzi ai luoghi testimoni della storia del Novecento e che li trasformi da studenti in studiosi: attivatori di memoria con “le mani in pasta” nei documenti storici.
Vogliamo costruire patti educativi territoriali per rafforzare il legame con le scuole a noi prossime, anche quelle delle aree interne montane.
Accogliamo le scuole con visite didattiche al Museo dei Racconti di Borgata Paraloup | Rittana, Valle Stura | ed a Casa di Nuto Revelli a Cuneo.

Io parlo spesso ai giovani. Dico loro: lottate contro l’ignoranza, la vostra è quella degli altri. Nell’ignoranza si può anche vivere bene, ma nei momenti estremi non ti salva. Leggete, mettete a confronto le verità diverse, poi trovate la vostra verità”

Nuto Revelli, testimone del Novecento, amico di Primo Levi e Mario Rigoni Stern, è stato alpino in Russia, partigiano a Paraloup e dopo la guerra ha raccolto le memorie della civiltà contadina delle valli cuneesi.
Nuto praticava l’ascolto come atto politico per dare voce a chi veniva dimenticato e uno dei posti dove andava più volentieri a testimoniare l’orrore della guerra per promuovere la pace erano le scuole.
La nostra missione è coltivare la memoria con l’approccio autentico e innovatore che era proprio di Nuto trasmettendone la carica vitale e trasformativa in relazione ai luoghi di memoria e soprattutto alle nuove generazioni.

Restiamo in contatto e partecipa anche tu alla trasmissione della staffetta della memoria!
Lasciaci la tua email e ricevi subito un interessante contenuto didattico su Nuto Revelli!

Abbiamo avviato nell’a.s. 2021/22 due laboratori didattici sperimentali:

  • Il Laboratorio di contemporaneità coordinato dal prof. Domenico Chiesa del CIDI – Centro di Iniziativa Democratica Degli Insegnanti – coinvolge tutti gli ordini di scuola e punta all’innovazione del rapporto fra archivi del territorio e studio della Storia del Novecento tramite il progetto Memoranda: i luoghi quotidiani per ricordare, ideato da Antonella Tarpino, vicepresidente della Fondazione Nuto Revelli e volto a ritrovare, nell’epoca della scomparsa dei testimoni, laloro memoria attraverso i luoghi della quotidianità, gli oggetti, le pagine di diario.
    Questa sperimentazione è sostenuta dal bando SWITCH – Strategie e Strumenti per la Digital Transformation nella Cultura – della Compagnia di Sanpaolo
  • Il Laboratorio ImparaLOOP, che coinvolge le terze classi della scuola secondaria di primo grado approfondendo il rapporto fra studio della storia e visita in presenza ai luoghi-testimoni come Borgata Paraloup.
    Questa sperimentazione è sostenuta dal bando Fuori Orario della Fondazione CRC

La novità?

Stiamo lavorando alla realizzazione di infoprodotti digitali per le scuole, con un percorso partecipato con insegnanti e professionisti del digitale.
Lo facciamo insieme a partner di eccellenza come INDIRE, CKBG – Collaborative Knowledge Building Group, Università di Torino e Istituto storico della Resistenza di Cuneo e in collaborazione con aziende tecnologiche innovative come Nuvolar e PubCoder.
Il nostro lavoro in campo didattico è reso possibile grazie al contributo di Fondazione CRC (Bando Fuori Orario), Fondazione CRT e Fondazione Compagnia di Sanpaolo (Bando SWITCH – Strategie e Strumenti per la Digital Trasformation nella Cultura ) e al sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Piemonte.

PARTECIPA E RICEVI GRATUITAMENTE I PRIMI CONTENUTI DIDATTICI INEDITI

* campi richiesti

In ottemperanza con il regolamento europeo GDPR n.679/2018 continuiamo a trattare i tuoi dati come abbiamo sempre fatto, nel pieno rispetto delle norme vigenti

Consulta e scarica la privacy policy della Fondazione Nuto Revelli